PT Interviews


LAURA FEDERICI: DESIGNER OF SUPER INNOVATIVE LAURAFED BAGS!

Laura Federici is the Owner and creative director of LAURAFED. A degree in Fashion Design in one hand and one in Architecture in the other, Laura travels around the world filling her suitcase with stories, emotions and colours, discovering new horizons, with no boundaries stopping her.


Share this post on social media!


- ENGLISH VERSION AT THE BOTTOM -



'Non aver paura di sbagliare'







Ciao Laura, le tue borse sono veramente pezzi unici di design, dove la scelta dei materiali suscita emozioni ed esprime uno stile inconfondibile. Come è nata l'idea di usare il legno abbinato ai tessuti preziosi per fare borse?

Mixare legni e tessuti da tappezzeria tipici del mondo dell'interiors con frange in ecopelle e accessori cromati mi ha ben aiutato a declinare il mio concetto di trasversalità del design. Solo contaminando la moda con metodi e materiali atipici potevo declinare il mio pensiero.
Il marchio nasce dalla passione di progettare oggetti unici miscelando materiali poveri e preziosi in un perfetto equilibrio di forma e funzione tra il mondo del fashion e dell'interior design. La mia formazione ha influenzato moltissimo la nascita del brand LAURAFED.
Questa collezione è il risultato di anni di studio dedicati al design a 360 gradi. Infatti durante la laurea specialistica in Architettura ho frequentato un corso triennale in fashion design allo IED di Roma. Ho sempre ambito a creare un brand trasversale che raccontasse di moda e design utilizzando lo stesso linguaggio. LAURAFED infatti nasce con tutti i buoni auspici per diventare un lifestyle brand e non un semplice brand di moda.










Pensi ad un tipo di donna particolare quando progetti una collezione?

Sono la prima a indossare le mie creazioni, la prima a criticarle e a migliorarle. Mi viene naturale pensare a una donna come me, viaggiatrice, pratica e funzionale che non trascura mai l'amore per le belle cose.
Il prodotto iconico del brand, la clutch 10.4, all'apparenza sembra una borsa piccola.
Durante i miei viaggi e le mie trasferte è diventata un accessorio insostituibile e molto pratico: passaporto, soldi, carta, rossetto, cellulare e si parte! Non a caso però il nuovo modello di borsa LAURAFED si chiama PASSE-PARTOUT... una borsa pratica e grande pronta ad affiancarsi alla clutch iconica del brand.







Laurafed sta riscuotendo molto successo internazionale, Complimenti! Perché secondo te il tuo design è apprezzato anche da donne che vengono da paesi, culture e backgrounds diversi tra loro?

Grazie mille!!! Tutto sta accadendo in maniera talmente veloce che non me ne sto rendendo conto.
Sicuramente le mie creazioni sono apprezzate per la loro diversità, artigianalità e cura del dettaglio. All'estero più' che in Italia il made in Italy è molto apprezzato. Le mie creazioni partono dal mondo dell'interior design per arrivare al fashion grazie alla grande maestria di artigiani e sarte che rendono le miei idee dei pezzi di design da indossare.
Vincenti sono stati sicuramente l'attenzione per i dettagli e l'utilizzo di materiali sostenibili e naturali che non hanno compromesso l'eleganza e il glamour del prodotto finale.








Le borse delle tue collezioni P/E 2015 e A/I 2015-2016 portano il nome di aeroporti di tutto il mondo. In che modo il tema del viaggio è fonte d'ispirazione per te?

Per me viaggio è sinonimo di esperienza di vita. E' per questo che ho deciso insieme a Luca, co-founder di LAURAFED , di dedicare ogni modello ad una città identificandola con il codice aeroportuale. Sono nate la 10.4 JFK, SFO, LAX, POS, BGI e così via.
Ho avuto la fortuna di poter viaggiare molto: da un viaggio non si torna mai come si è partiti. Si conoscono persone, culture, modi di fare, realtà totalmente differenti rispetto alla realtà quotidiano. Io personalmente durante i miei viaggi amo farmi ispirare da metodi, tessuti e colori è per questo che ogni borsa porta il nome di una città.








Cosa pensi dell'idea di network al femminile che sta portando avanti Pinktrotters?

Pinktrotters è una piattaforma davvero geniale: l'idea di fare network tra le donne e unire donne che amano viaggiare. Io molto spesso mi sono ritrovata a viaggiare sola per lavoro e di sicuro avrei preferito una compagna di viaggio mentre in altri casi sarei voluta partire ma non ho trovato nessuna compagna di viaggio. Sono molto contenta del successo che state riscuotendo e sono certa che tra qualche tempo diventi un network irrinunciabile per moltissime donne.

Qual è il tuo motto nella vita?

NON AVER PAURA DI SBAGLIARE. Molti hanno paura di farlo ma per me ogni sbaglio rappresenta una nuova vittoria , un nuovo apprendimento. Ogni errore è un passo verso un nuovo successo. La paura impedisce ai sogni di volare ed è per questo che un altro mio motto è "meglio un rimorso che un rimpianto". Un po di coraggio e la voglia di osare non hanno mai fatto male a nessuno ;-)


Grazie!





Hello Laura, your bags are truly original pieces of design, where the choice of the materials arouses emotions and expresses an unique style. How did the idea of using wood, combined with luxurious fabrics to make bags, was born?

Mixing woods and tapestry fabrics, typical of the world of the interiors (fringed faux leather and chrome fittings), helped me very well to decline my idea of the versatility in design. Only contaminating fashion with atypical methods and materials could decline my thoughts.
The brand was born from the passion to design unique items by mixing poor and precious materials in a perfect balance of form and function, in the universe of fashion and interior design. My training has strongly influenced the birth of the brand LAURAFED.
This collection is the result of years of study devoted to the design at 360 degrees. In fact, during the degree in architecture, I attended a three year course in fashion design at the IED in Rome. I always aspired to create a brand that would tell transverse fashion and design using the same language. LAURAFED was born with all good wishes to become a lifestyle brand and not just a fashion brand.

Think of a particular type of woman when designing a collection?

I am the first to wear my creations, the first to criticize and improve them.
It is natural to think of a woman like me, traveler, practical and functional that would never miss a love of beautiful things.
The product of the iconic brand, the clutch 10.4, apparently seems a small bag. During my travels and my transfers has become an indispensable accessory and very practical: passport, money, paper, lipstick, cell phone and go! Not surprisingly, however, the new model is called bag LAURAFED 'Passe-Partout'... a large bag ready to practice alongside the clutch of iconic brands.

Laurafed is getting very popular internationally, congratulations! Why do you think your design is also appreciated by women who come from countries, cultures and backgrounds so different from each other?

Thanks a lot!!! Everything is happening so fast so that I can't yet realize it.
Surely my creations are appreciated for their diversity, craftsmanship and attention to detail. More abroad 'Made in Italy' is greatly appreciated. My creations start from the world of interior design to get to the fashion one, thanks to the great skills of craftsmen and seamstresses who make my ideas of design pieces to wear.
To win was definitely the attention to detail and the use of sustainable materials and natural elements, which did not compromise the elegance and glamour of the final product!

The bags of your S/S 2015 and A/W 2015-2016 collections are named as airports around the world. How the theme of the trip is a source of inspiration for you?

For me traveling it is synonymous with life experience. And that's why I have decided together with Luca, co-founder of LAURAFED, to dedicate each model to a city by identifying it with the airport code. They were born the 10.4 JFK, SFO, LAX, POS, BGI and so on.
I was lucky enough to travel a lot: from a trip you will never go as you never started. They know people, cultures, ways of doing things, totally different reality than the reality daily. I personally in my travels I love to inspire me methods, materials and colors that is why each bag bearing the name of a city.

What do you think of the idea of our women's network Pinktrotters?

Pinktrotters platform is a really brilliant: the idea of networking and connecting women who love to travel. I very often found myself traveling alone for business and for sure I would have preferred a traveling companion while in other cases I would have wanted to leave but I have not found any traveling partner. I am very pleased with the success that you are enjoying and I am sure that in some time become it will become an indispensabe network for many women.

What is your motto in life?

DON'T BE AFRAID TO MAKE MISTAKES! Many are scared about it for me but every mistake is a new victory, a new learning. Every mistake is a step toward a new success. Fear prevents dreams of flying, and that's why my other motto is "better a remorse than a regret!". A bit of courage and daring have never hurt anyone...



Thank you!

Share this post on social media!


Find your flight or train to this location using Wanderio!

RELATED POSTS

buzzoole code